Skip to content

Mondi virtuali: ridimensionamento e licenziamenti per Forterra Systems

7 January 2010

Forterra Systems, azienda californiana che rivestiva finora una posizione di rilievo nel panorama dei mondi virtuali, ha recentemente licenziato metà del personale, restando con 20 dipendenti.

I clienti di Forterra sono principalmente in ambito governativo, militare, educativo e medico: non si tratta di un servizio rivolto al grande pubblico come Second Life o Blue Mars. I dirigenti di Forterra Systems hanno affermato che i contratti già avviati verranno completati, ma non c’è alcun piano a breve o lungo termine.

Le dichiarazioni sono state raccolte da Erica Driver di ThinkBalm (un osservatorio sull’Immersive Internet), secondo cui questo scenario colloca Forterra in una posizione assai meno rilevante di quella occupata finora nel mercato delle applicazioni immersive aziendali. La sua acquisizione da parte di altri soggetti sembra ora assai verosimile.

Nel corso del 2009, uno sviluppatore di Forterra aveva partecipato assieme a resident di Second Life, dipendenti di Linden Lab e altri programmatori alle (infuocate) discussioni sull’interoperabilità e gli standard per mondi virtuali, avviate nell’ambito del progetto MMOX. Non ci sono stati finora esiti concreti da tali discussioni, anche se il dibattito sull’interoperabilità continua. Il peso rivestito da Forterra Systems all’interno di questo dibattito, tuttavia, sembra destinato a essere meno rilevante in futuro.

Advertisements